Chi è di scena ad Apritiscena

di e.f.

Dal 9 al 30 settembre, per quattro sabati si snoda il percorso della VIII edizione di Apritiscena 2006, il festival di teatro e danza che si svolge presso il Teatro San Domenico di Crema. L’apertura è dedicata alla Lunga notte della danza: cinque realtà recentemente messesi in luce nel panorama coreutico nazionale si esibiranno fino alle prime luci dell’alba in una non-stop carica di fascino. Si tratta di Martina La Ragione con Soloperdue, Le-gami con SP.3, Tino Schepis con Aquarius, Paola Chiama con The real doll e infine Clonerie con Pentesilea.

Sabato 16, spazio invece alla prosa a sfondo sociale, condita di emozionanti suggestioni musicali con Ballare di lavoro, dove due donne – Veronica Cruciani e Silvia Gallerano – interpretano una madre e una figlia separate dalla necessità di emigrare. La prima è rimasta in Italia, mentre la seconda si è trasferita in America e di lì narra, attraverso un dialogo epistolare sottolineato dalla fisarmonica di Cristina Vetrone, storie di vita vissuta. Lo spettacolo è già stato in tournée, riscuotendo ampi consensi di pubblico.

Si cambia totalmente registro la settimana successiva, quando – sabato 23 – Crema sarà scompaginata dal vento dell’Est: è in arrivo infatti la compagnia russa specializzata in clownerie The Comic Trust, che con White side story promette di trascinare il pubblico in un vortice di bolle di sapone, acrobazie e divertimento, sullo sfondo di un bizzarro Medioevo comico.

Sabato 30, chiusura in danza con la doppia esibizione (alle 20,30 e alle 22,30) di Luisa Cortesi, che in Di stanze ricrea l’ambiente domestico grazie a video e proiezioni, dove si muove ripercorrendo momenti di vita quotidiana, elevando gesti di assoluta normalità al rango di espressioni artistiche. Dato lo scarso numero di posti disponibili per assistere a questo spettacolo la prenotazione è obbligatoria.

Apritiscena è una manifestazione organizzata da iagostudio con il sostegno dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Crema e della Provincia di Cremona, oltre che della Fondazione San Domenico. I biglietti per gli spettacoli costano 10 euro (6 euro per spettatori con meno di 25 anni). La tessera Apriticard – al costo di 5 euro – dà diritto all’acquisto dei biglietti ridotti anche a chi ha più di 25 anni. Informazioni e contatti su iagostudio.com

(4 settembre 2006)

Nelle foto, dall’alto, La notte della danza – Ballare di lavoro (foto Cecilia Fabiano) – White side story – Di stanze